Soffri di mal di schiena? Puoi ottenere un notevole miglioramento con il Metodo Feldenkrais

In attesa di trovare un insegnante specializzato che ti guidi,  puoi provare alcuni facili e utili esercizi che io pratico tutti i giorni senza eccezioni.

 

Puoi cercare il tuo insegnante su:

http://www.feldenkrais.it,

 

Se abiti a Palermo ti consiglio il bravo e caro amico Carlo Mauro Maggiore

 

 http://centrofeldenkraismaggiore.it/

 

[youtube]http://youtu.be/Qa4VxO1RxFU[/youtube] questo è carino:(la sveglia)

 

Prendi come tuo modello nel movimento la scioltezza dei bambini.

 

Sdraiati sul dorso,possibilmente senza cuscino,aderisci al pavimento con tutto il tuo corpo,

comincia ad ascoltarti,impara ad ascoltarti.

 

LENTAMENTE e consapevolmente

 

Esamina attentamente il contatto del tuo corpo con il pavimento.

Impara gradualmente a individuare le differenze significative tra i vari punti di contatto del corpo con il pavimento,ci sono parti in cui il contatto è debole o inesistente e altre in cui è completo e distinto.

 

Osserva i punti di tensione. 

Gli stress emotivi vengono mantenuti nel corpo  come  schemi di tensione e mancanza di consapevolezza.

Prova ad esplorare mentalmente e metodicamente il corpo intero,

scoprirai che certe parti sono più accessibili di altre all’attenzione e che, in generale, durante l’azione non siamo coscienti delle parti meno accessibili.

 

Questo tipo di attenta osservazione sviluppa la consapevolezza della collocazione dei muscoli che hanno un contatto debole con il pavimento mantenendo quelle parti in tensione eccessiva e quindi staccate da terra.

 

E’ già possibile ottenere una certa riduzione della tensione tramite la sola presa di coscienza muscolare, ma al di là di ciò non si può realizzare alcun miglioramento nella vita normale se non potenziando la consapevolezza dello SCHELETRO e del suo orientamento.

 

In questo caso le articolazioni più difficili sono quelle delle anche.

 

Nelle culture occidentali la consapevolezza della collocazione e della funzione di tali articolazioni è inesistente rispetto a quanto si riscontra presso le popolazioni che siedono per terra invece che sulle sedie.

 

Conoscersi Attraverso il Movimento.. LENTAMENTE  

 

 

Apprendere a muoversi più liberamente e più facilmente, senza portarsi appresso tutto lo stress nel corpo.

 

Conoscersi attraverso e con il corpo,conoscenza del corpo  che avevamo quando eravamo bambini ma con il quale abbiamo perso il contatto diventando adulti.

 

L’elemento centrale del  lavoro consiste nel portare consapevolezza nell’azione e nel  prendere contatto con il proprio scheletro e muscoli e con l’ambiente, praticamente contemporaneamente.

 

LENTEZZA

 

Non si tratta di “rilassamento”, in quanto il rilassamento vero e proprio può essere mantenuto solo quando non si fa niente.

Lo scopo non è il completo rilassamento, bensì un USO sano, possente, facile e piacevole del corpo.

Riduci la tensione, ogni movimento corretto dovrebbe essere privo di sforzo.

 

E’ necessario ridurre gli sforzi inutili,durante gli esercizi bisogna fare un po’ meno bene del possibile,cercare di essere meno veloce, meno forte, meno aggraziato, ecc

 

LENTEZZA e consapevolezza

 

Da preferire alcuni movimenti molto piccoli, appena percettibili.

Essi riducono in modo straordinario la contrazione involontaria dei muscoli; ad esempio, in pochi minuti, lavorando su un braccio o su una gamba, si riesce a farlo percepire più lungo o più leggero dell’altro.

  

Per la cervicale sdraiati sul dorso,senza cuscino,ruotare con la massima lentezza la testa a destra ,al centro,a sinistra; guardare il movimento dall’interno, nelle ossa,seguire il movimento con l’immaginazione.

 

Sembra troppo semplice,ma funziona!!!

 

Per la zona lombare guarda il video : ( l’orologio sacrale) [youtube]http://youtu.be/KmEvuH07n9g[/youtube]

  

Puoi trovarne altri su youtube. 

 

Ritorna a fare tutti i movimenti snodati,gli stiracchiamenti,le giravolte dei bambini (è un po’ difficile ma piacevole!!!). 

 

AL LAVORO!

Dichiarazione di limitazione di responsabilità

Qualsiasi informazione o notizia fornita su questo blog, in particolare qualsiasi informazione o notizia relativa a condizioni di salute, cure mediche, prevenzione, farmaci, patologie o disturbi è presentata puramente a titolo indicativo e generale e con lo scopo di orientare l’utente ad una scelta corretta.

Si raccomanda di avvalersi sempre della consulenza del medico curante o dello specialista:prattutto in presenza di patologie, è necessario consultare il proprio medico curante e si sconsiglia vivamente l’automedicazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.