Ora che hai capito che cosa il Feldenkrais può fare , ricorda che non basta sapere,

 

bisogna praticare

e abitualmente.

 

Lo puoi fare, come faccio io, tutte le mattine prima di alzarti dal letto e la sera quando ti corichi.

Senza il problema di cercare tappetino o altro.

 

E cerca di non concederti eccezioni.

 

Fallo quando stai bene o quasi bene.

 

Naturalmente nella fase acuta del dolore è meglio astenersi dal fare esercizi

O meglio fare solo i movimenti che non causano dolore.

Non bisogna mai provare dolore,fai solo quello che puoi.

 

Qualche linea guida:

 

Tenere la schiena aderente al letto o se vuoi al pavimento.

 

Respirare

 

Alzare una gamba e scioglierla a cominciare dal piede ,caviglia e via di seguito,riportarla giù,

alzare l’altra e fare lo stesso,

 

alzarle tutte e due e scioglierle.

Riportarle giù.

 

Alzare tutte e due le gambe,scenderle il più lentamente possibile,

per un po’ di volte,

 

osserva quello che va succedendo nella schiena.

 

Dondolare le gambe a destra e a sinistra lentamente,tenendo la schiena ferma,

un pò di cyclette,

 

portare la gamba sx a destra e il resto del corpo a dx,poi al contrario.

 

Trovare tutti i movimenti che stirano la schiena.

 

Intercalare rotazione della testa lentamente a dx e a sx,

 

vedere e assaporare il movimento in ogni sua piccola evoluzione

 

sollevare lentamente una spalla alla volta e riportarla al letto.

 

Non dimenticare di respirare.

 

Rotolarsi e muoversi come più piace,in libertà e scioltezza.

 

Sperimentare sempre nuovi movimenti in

 

libertà,

scioltezza,

consapevolezza.

 

Copiare dai bambini.

Ti può aiutare a fare meglio : [youtube]http://youtu.be/gnCoSqTZtZc[/youtube]

 

Dichiarazione di limitazione di responsabilità

Qualsiasi informazione o notizia fornita su questo blog, in particolare qualsiasi informazione o notizia relativa a condizioni di salute, cure mediche, prevenzione, farmaci, patologie o disturbi è presentata puramente a titolo indicativo e generale e con lo scopo di orientare l’utente ad una scelta corretta.

Si raccomanda di avvalersi sempre della consulenza del medico curante o dello specialista:prattutto in presenza di patologie, è necessario consultare il proprio medico curante e si sconsiglia vivamente l’automedicazione.

 

1 thought on ““l’importante è muoversi”

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.